Adolescenti e la Rete

Quando ero piccola non si faceva un utilizzo così intensivo della rete, non utilizzavamo internet per comunicare ma nella maggioranza dei casi, solo i cellulari, era l’inizio della loro esistenza tra i comuni mortali come noi, per intenderci. Nel giro di meno di 20 anni, abbiamo assistito ad una trasformazione fenomenale degli apparecchi elettronici per la comunicazione e ad oggi, gli adolescenti hanno minimo uno smartphone touch screen, insomma, tra qua a qualche anno, i giovanissimi, forse non sapranno mai che sono esistiti cellulari senza touch, una tragedia da una parte, ma dall’altra internet rappresenta uno strumento meraviglioso di informazione, cosa che noi non avevamo al tempo, e ti permette di creare una tua versione dei fatti, magari ben lontana dai libri di storia.

Oggi però tratta eremo un altro argomento che arriva da un libro di una ex insegnante inglese, che avrebbe riportato l’esperienza dei suoi studenti con la rete. Ciò che risulta dal libro non è per nulla bene, anzi,modi piange una generazione di adolescenti invasati nelle parti più scure del nostro animo, bullismo e sesso le costanti. Le ragazzine che cercano uomini anche sposati e i ragazzini che guardano ore di video porno senza stop, il libro non ha nulla di buono da raccontare, insomma. In effetti, si sentono sempre più storie di adolescenti attaccati da bullismo in internet, e molti casi hanno portato al tragico suicidio dei protagonisti, esausti del continuo accanimento.

Ora, non c’è proprio nulla da togliere, sulla effettiva pericolosità di internet, perché c’è di tutto e a portata di mano di tutti, per cui non è difficile pensare che possano succeder anche brutte storie, ma per quanto riguarda gli adolescenti di oggi non sono più perversi, sono solo adolescenti, che stanno affrontando una fase davvero complicata della loro vita, non sempre molto piacevole e che sembra eternamente lunga. Gli interessi e le passioni sono le stesse, si tratta dei periodi dei primi amori e di molte altre esperienze molto importanti per la propria crescita personale ,e molti di noi si ricordano quel periodo come problematico. In quel momento non siamo altro che in insieme di ormoni e arroganza che nemmeno noi ci sappiamo spiegare, le ragazzine tentano di fare le donne e si conciano come tali, e i ragazzini esplorano la sessualità in un altro modo. Non c’è da togliere che gli adolescenti di oggi sappiamo molto più di quanto sapevamo noi, e ancora non so se questo sia un male, sempre rimanendo con la considerazione che internet è un arma a doppio taglio.

La responsabilità del genitore

In tutto questo, c’è da chiedersi dove siano finiti i genitori, che tipo di insegnamenti e parabole di saggezza infondono nei figli, nel loro rispetto verso se stessi, e verso gli altri.

Se certe cose succedono, purtroppo, non è indifferente l’impatto e il peso che può avere un genitore che insegna le cose giuste ai suoi figli, e forse con qualche parola giusta tutto verrebbe a suo tempo, e tutti ritornerebbero a rispettare la propria età che ormai sembra la cosa più difficile.